Registrazione dei clienti in una struttura Bed and Breakfast

Condividi questo articoloShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPrint this pageEmail this to someone

Registrazione Bed and Breakfast

Un decreto del Ministero dell’Interno ha modificato la disciplina per la comunicazione all’autorità di pubblica sicurezza dell’arrivo dei nuovi ospiti in strutture ricettive nei bed and breakfast.

La nuova normativa prevede che i gestori degli alberghi debbano comunicare i dati dei clienti attraverso un servizio via web attivato dal Centro Elettronico Nazionale (CEN) della Polizia.

La comunicazione deve avvenire entro 24 ore successive all’arrivo degli ospiti. Nel caso di soggiorni inferiori a 24 ore, la comunicazione deve essere tempestiva, ossia già all’arrivo degli ospiti.

Alla questura andranno comunicati i seguenti dati

– il numero giorni di permanenza;

– cognome e nome del cliente;

– sesso;

– data di nascita;

– luogo di nascita;

– cittadinanza;

– tipo documento di identità;

– numero documento di identità;

– luogo rilascio documento.

In caso di “impedimento, anche solo di natura tecnica, che non consenta la trasmissione dei dati”, il gestore deve provvedere a effettuare la comunicazione giornaliera con un fax o attraverso la posta elettronica certificata.

I bed&breakfast devono chiedere un apposito certificato elettronico per abilitarsi al servizio di trasmissione via web.

Le ricevute di trasmissione dovranno essere conservate per cinque anni onde consentire eventuali controlli. Trascorsi i cinque anni dalla registrazione, le schedine dell’albergo dovranno essere definitivamente cancellate anche dal CEN.

Il Garante della Privacy ha già dato il suo ok al provvedimento, in quanto non lesivo della riservatezza.

Condividi questo articoloShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPrint this pageEmail this to someone

You may also like...