Il fascino nordico di Helsinki

Condividi questo articoloShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPrint this pageEmail this to someone

Affacciata sul Baltico, Helsinki è senza dubbio il centro più vitale dell’intera Finlandia, con i suoi centri commerciali e la sua vita notturna in grado di rivaleggiare con quella di una metropoli, pur mantenendo una dimensione “intima” e a misura d’uomo. La città è una rinomata meta turistica internazionale e il suo centro storico è in grado di raccontare la storia turbolenta del paese: è possibile, infatti, osservare le tracce architettoniche della dominazione svedese prima e di quella russa dopo.

Il modo migliore per visitare Helsinki è quello di richiedere la Helsinki Card. Si tratta di una speciale scheda turistica, con una validità compresa tra uno e tre giorni, che consente di usufruire illimitatamente del trasporto pubblico, di ottenere sconti o ingressi gratuiti nei numerosi musei della capitale e un’altra vasta gamma di vantaggi. Per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito web ad essa dedicato.

Gli amanti dell’arte non potranno fare a meno di visitare il Museo di Arte Contemporanea Kiasma. Aperto nel 1998, conserva una vasta collezione di opere d’arte che spaziano dagli anni ’60 ad oggi, con una spiccata preferenza per le opere più anticonformiste. All’interno della struttura è presente anche un teatro, accessibile pagando un biglietto a parte.

Il Museo Nazionale di Helsinki (Kansallismuseo) è situato a nord del Parlamento e a prima vista sembra una chiesa gotica. Al suo interno, invece, ospita diverse sale dedicate ai diversi periodi della storia finlandese. Particolare attenzione meritano il trono dello zar Alessandro I e la sala dedicata ai Sami.

Anche la Kaapelitedhas merita una visita. Si tratta dell’ex sede della Nokia, in seguito occupata da un collettivo di artisti che l’ha trasformata in un centro culturale con gallerie, studi, concerti e spettacoli teatrali.

Gli amanti della storia apprezzeranno una visita al museo all’aperto di Seurassari. Situato sulla vicina isola di Seurassari, ospita le ricostruzioni di numerosi edifici storici, con tanto di personale in costume tradizionale e rievocazioni.

Per quanto riguarda l’architettura sacra, il visitatore apprezzerà sicuramente la cattedrale di Uperski e la chiesa di Temppeliaukio. La prima, eretta in pieno stile slavo-bizantino, è una traccia monumentale della dominazione russa, mentre la seconda è particolarmente suggestiva per il suo essere scavata nella roccia viva.

Helsinki, inoltre, può essere usata come campo base per diverse escursioni di durata più o meno breve. La capitale finlandese è infatti collegata alla vicina Tallin, capitale dell’Estonia, da un servizio di traghetti che effettua diverse corse giornaliere. Essendo l’Estonia parte integrante dell’Unione Europea non è necessario un visto. Per chi volesse restare in terra finlandese è vivamente consigliata una visita alla città vecchia di Parvoo, la seconda città per anzianità del paese dopo Turku, situata ad una cinquantina di km ad est dalla capitale. Ricostruita nel 1760 dopo un furioso incendio, è un grazioso intrico di viottoli lastricati ed edifici in legno.

Per trovare una sistemazione potete trovare un ottimo bed and breakfast Helsinki.

Condividi questo articoloShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPrint this pageEmail this to someone

You may also like...