Il Circolo d’Oro: Gullfoss, Geysir e Þingvellir

Condividi questo articoloShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPrint this pageEmail this to someone

Il Circolo d’Oro è uno degli angoli più suggestivi dell’intera Islanda, tanto da essere una delle mete turistiche più apprezzate e visitate dell’isola. In realtà non si tratta di una singola località, bensì di tre luoghi che, a causa della loro vicinanza, è possibile visitare in una sola giornata.

Distante soltanto 23 km dalla capitale Reykjavìk, Þingvellir è il più antico parco nazionale del paese e, dal 2004, è stato nominato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Al suo interno è presente anche il principale sito archeologico d’Islanda, l’Alþing. Fondato dai vichinghi nel 930, rappresenta il primo parlamento “democratico” del mondo. Nel 1271 la corona norvegese lo privò dei poteri legislativi, per poi scioglierlo definitivamente nel 1789. Nel 1843 venne rifondato e trasferito nella capitale.

In Islanda potrete trovare alloggio di ogni tipo, da bed and breakfast ad appartamenti, da ostelli ad hotel rurali in cittá come Reykjavik, Kopavogur, Akureyri o Keflavik e nei loro dintorni. É possibile anche alloggiare in una casa rurale ospitati dalla famiglia che vi abita, un modo differente di avvicinarsi allacultura ed alla quotidianitá dell’isola.

Trovare alloggio in Islanda non é difficile, l’ offerta é buona peró non eccessiva, organizzate il vostro viaggio con anticipo e venite a scoprire questa terra meravigliosa

Il parco nazionale di Þingvellir si colloca nel punto di incontro tra la placca europea e quella nord-americana, situazione che ha creato uno spettacolare paesaggio naturale. La pianura è attraversata da numerose fenditure, come il grande rift dell’Almannagjà o quelle minori di Flosagjà e Nikulàsargjà, e dal fiume Öxarà che, prima di gettarsi nel lago di Þingvallavatn (che è anche lo specchio d’acqua più grande dell’isola), crea una serie di spettacolari cascate, la più bella delle quali è sicuramente Öxaràrfoss.

Proseguendo per la strada n.37 si può raggiungere Geysir, una tra le principali attrazioni naturali di tutta l’Islanda. Questa sorgente di acqua calda, che ha dato il nome a tutti gli altri geyser del mondo, emetteva un tempo getti alti fino a 80 metri. Tuttavia è diventato inattivo nel corso degli anni ’50, per poi riattivarsi a seguito di uno sciame sismico nel 2000. Nelle immediate vicinanze è presente anche lo Strokkur, il geyser più puntuale del mondo, che ogni 6 minuti circa emette zampilli di acqua alti dai 15 ai 30 metri. Le due bocche sono circondate da sorgenti colorate più piccole, soffi di vapore e pozze di fango bollente: uno scenario di sicuro impatto per tutti gli amanti della geologia.

A pochissima distanza è possibile raggiungere Gullfoss, la cascata più spettacolare d’Islanda. L’acqua si getta in uno stretto canyon con un doppio salto di 32 metri, sollevando una parete perpendicolare di spruzzi. Fate bene attenzione a scegliere con cura il momento in cui intendete visitarla, perchè a seconda delle condizioni meteorologiche la vostra visita potrebbe risultare impressionante o deludente: scegliete una giornata soleggiata, in modo che la luce interagisca con gli spruzzi di acqua creando una serie suggestiva di arcobaleni; infatti, durante le giornate piovose, la foschia avvolge completamente il secondo salto, lasciando delusi i visitatori.

Il modo migliore per visitare il Circolo d’Oro è quello di effettuare un’escursione giornaliera, partendo il mattino presto. Dalla capitale è sufficiente imboccare la strada n. 36 fino a Þingvellir, da qui proseguire lungo a 365 fino a Laugarvatn – piccolo lago termale dove vale la pena effettuare una breve sosta – e infine percorrere la strada n. 37 fino a Geysir e Gullfoss.

PS. L’immagine dell’articolo si riferisce alla cascata di Gullfoss.

Condividi questo articoloShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPrint this pageEmail this to someone