Bed and breakfast Alicante?

Condividi questo articoloShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPrint this pageEmail this to someone

Bed and breakfast Alicante?

Alicante si trova in Spagna, sorge sulla rinomata Costa Blanca, di fronte al Mar Mediterraneo. E’ capoluogo della provincia della “Comunidad Valenciana“, la regione autonoma di Valencia.

Si estende per una superficie di 200 km², l’economia della provincia alicantina si basa principalmente sul turismo, sull’industria alimentare e tessile.

La città di Alicante, inoltre, è rinomata per l’importanza strategica del suo porto, uno dei più importanti della Spagna Mediterranea. Il clima ovviamente è mediterraneo, quindi escludendo il periodo invernale, seppur non freddissimo, si può visitare Alicante durante tutti gli altri mesi dell’anno.

Arrivare ad Alicante è semplice: ci si può arrivare via mare, grazie allo splendido porto, via aereo grazie all’Aeroporto Internazionale di Alicante; è possibile inoltre, andare nelle Isole Baleari prendendo un traghetto che parte proprio da Alicante. Alicante come tutta la Spagna offre un elevato numero di alberghi economici e bed and breakfast.

Per muoversi senza problemi, la città di Alicante offre un ottimo servizio, a pagamento, di Tram e Bus, molto efficiente; per visitare il centro di Alicante comunque è possibile farlo a piedi, non è troppo vasto e si può apprezzare meglio tutti gli aspetti della vita degli alicantini.

Negli ultimi 50 anni, Alicante ha conosciuto un notevole sviluppo turistico grazie al clima mite e secco, alle sue spiagge, e al suo patrimonio storico. Le spiagge rappresentano indubbiamente una delle maggiori attrazioni della città.Molto animata la vita notturna nei numerosissimi locali del centro storico (Casco Antiguo), e nella zona del porto e in particolare nella cosidetta Explanada de Espaňa (Paseo de la Explanada) bellissimo lungomare con palme che va dai piedi della collina del castello fino al molo principale del porto, uno dei migliori lungomare della Spagna.

La vita notturna è dinamica e frizzante grazie alla presenza di numerosi pub e ristoranti, situati soprattutto nel centro cittadino e nei pressi del porto, molto famosi e frequentati soprattutto dai giovani. Anche il lungomare, nell’area dell’Explanada de Espaňa, è una delle zone più moderne e frequentate della città grazie al bellissimo panorama incorniciato dal mare e dalle palme e alla ricca presenza di ristoranti, alberghi e luoghi d’incontro. Il viale della Explanada de Espaňa, pavimentato con il bellissimo marmo rosso di Alicante, è sicuramente il luogo ideale per fare lunghe passeggiate poiché inizia dai piedi del monte Benacantil, sul quale sorge lo storico castello di santa Barbara, e termina al porto.

Dal punto di vista storico-culturale uno dei luoghi di maggiore interesse turistico è proprio il castello di Santa Barbara, un’antica fortezza risalente al XVI secolo che, oltre alla sua rilevanza storica, offre stupendi panorami sulla città sottostante e sulla vicina Isola di Trabaca, un paradiso balneare famoso per le sue bellissime baie naturali e le sue spiagge. Per raggiungere l’isolatta, sulla quale è possibile anche soggiornare grazie alla presenza di piccoli alberghi, nel periodo estivo sono previsti collegamenti giornalieri che partono dal porto di Alicante mentre, nel periodo invernale, sono organizzate circa tre partenze settimanali. Il viaggio dal porto di Alicante fino all’Isola di Trabaca dura circa 60 minuti, durante i quali sarà possibile apprezzare l’intero litorale cittadino.

Cosa visitare assolutamente ad Alicante?

Castello di Santa Barbara

Una visita al Santa Bárbara Castle è caldamente raccomandata. Dal castello, che corona il Monte Benacantil, è possibile godere un panorama mozzafiato dell’intera città. Inoltre, nelle giornate più serene, potrete scorgere in lontananza persino l’Isola di Tabarca.

Per scendere dal Santa Bárbara Castle imboccate il percorso che attraversa il Parco de La Ereta lungo il pendio della montagna. La sua ubicazione e le sue splendide viste ne fanno un luogo di relax nonché un punto di incontro. Il Parco è dotato inoltre di un caffé e di un ristorante spettacolare con una sala per le esposizioni. Mentre scendete verso la zona del centro storico, non perdetevi poi il pittoresco e tipicamente spagnolo quartiere di Santa Cruz.

Sempre tra il castello e il quartiere di Santa Cruz, un’alternativa allettante è rappresentata da una passeggiata lungo i resti delle antiche mura di cinta della fortezza che oggigiorno si protraggono sino al cuore del quartiere stesso.

Isola di Tabarca

Una visita all’isola di Tabarca è assolutamente d’obbligo per qualsiasi visitatore. Il porto sportivo di Alicante mette a disposizione le imbarcazioni della compagnia Kontiki e prevede diverse partenze giornaliere durante i mesi estivi e tre partenze settimanali durante il resto dell’anno. Da Alicante il viaggio dura circa un’ora. La traversata vi darà l’opportunità di ammirare l’intero litorale.
Provate uno dei tradizionali piatti a base di pesce seduti a un tavolino all’aperto di uno dei ristoranti dell’isola. A Tabarca troverete poi graziose baie in cui tuffarvi, nonché una spiaggia attrezzata con diverse strutture. Sull’isola sono presenti inoltre piccoli hotel in cui soggiornare.

MARQ

Il MARQ è il museo archeologico cittadino situato nell’edificio restaurato di un ex ospedale ed espone preziosi reperti risalenti al Paleolitico rinvenuti in diversi siti archeologici ad Alicante e nei dintorni della città. Nel 2004, il MARQ si è aggiudicato il premio “Museo europeo dell’anno”.

MUBAG

Il Museo de Bellas Artes Gravina ospita la collezione di opere d’arte del Comune di Alicante dal Medioevo all’inizio del XX secolo. Il museo ha sede in un edificio risalente al XVII secolo ristrutturato e riadattato allo scopo.

Museo de les Fogueres de San Juan

Il Museo de les Fogueres è dedicato alla festa più popolare di Alicante ed espone i “ninots”, le statue in legno “risparmiate” (ovvero non bruciate durante i falò) nel corso degli anni. Una sala proiezioni ricorda i migliori momenti della storia di tale festa testimoniati anche da fotografie, costumi ecc. Il museo è particolarmente raccomandato a famiglie con bambini!

Il centro storico

Tornati nel quartiere del centro storico, vi raccomandiamo un percorso comprendente una visita alla San Nicholas Co-cathedral, del XVII secolo (i chiostri in stile rinascimentale herreriano sono tuttavia precedenti: risalgono al XV secolo), una tappa all’edificio del Municipio, un edificio barocco del XVIII secolo, e infine alla Basilica di Santa Maria, un tempio gotico eretto su una moschea della città antica risalente al XIV e al XVI secolo e ultimata con finiture barocche e rococò nel XVIII secolo.

Condividi questo articoloShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPrint this pageEmail this to someone

You may also like...